C++ per principianti – 4. input, operatori aritmetici e stringhe

Un saluto a tutti e benvenuti alla quarta lezione del corso di C++ per principianti, oggi vedremo le operazioni di input e gli operatori aritmetici in C++, in modo da creare un programma che permetta di eseguire operazioni su due numeri inseriti dall’utente.

Input e operatori aritmetici, cosa c’è da sapere

In C++, per inserire un valore, è necessaria prima la dichiarazione della variabile destinata a contenerlo (clicca qui per la lezione che ne parla).

Esempio:

Se per visualizzare dati in output utilizziamo la funzione cout, per inserire dati in input utilizziamo la funzione cin. Anche questa fa parte della libreria iostream vista nella seconda lezione.

La sintassi per l’inserimento in input da tastiera della nostra variabile x, una volta dichiarata, è la seguente:

Come potete notare, abbiamo utilizzato l’operatore >>, che significa “prendi da”, seguito dalla variabile che la funzione cin prenderà come input.

Proviamo adesso a scrivere un programma che dati due numeri interi in input ne mostra la somma, la differenza, il prodotto, il quoziente e il resto della divisione.

In questo programma vedrete anche l’utilizzo dei commenti, parti del codice non elaborate dal computer e che sono visibili solo nel codice stesso, utili per aiutare chi legge a comprendere meglio il funzionamento del programma.

L’output che verrà mostrato sarà simile al seguente:

Output

In questo programma abbiamo visto tre cose che nella programmazione sono indispensabili:

  • commenti;
  • operatori aritmetici;
  • inserimento dei dati in input.

Stringhe in C++, ecco una panoramica

Il grosso di questa lezione è fatto, adesso andiamo con un argomento più leggero e veloce, ovvero le stringhe.

Le stringhe sono semplicemente sequenze di caratteri.

E’ possibile implementarle grazie alla libreria iostream, già vista le scorse volte. Grazie a questa libreria è possibile utilizzare le stringhe come un vero e proprio tipo di dato, alla pari di int, bool e gli altri visti qui.

Diamo uno sguardo ad un semplice programma che le utilizza.

Questa è una semplice dimostrazione del loro utilizzo, nella libreria iostream esistono molte funzioni che consentono di eseguire una grande varietà di operazioni sulle stringhe.

Il lavoro sulle stringhe va oltre le competenze che questo corso vuole fornirvi, se siete però interessati sappiate che ho in programma la scrittura di un articolo a riguardo.

E’ comunque indispensabile averne una visione almeno generale e sapere che sono un’alternativa senz’altro più comoda del tipo char.

Per approfondimenti, domande e curiosità riguardanti quanto visto, commentate pure.
Nella prossima lezione vedremo le strutture condizionali e l’algebra booleana.

Sinhuè Angelo Rossi

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.